SARDINIAMOUNTAINBIKE "SU NIU E S'ACHILI"

  • DOMENICA 24 FEBBRAIO 2019.



    Punto di ritrovo



    Sesta uscita della stagione 2018/2019, Appuntamento ore 8:30 partenza ore 8:45

    Stiamo definendo i percorsi per la sesta escursione stagionale che partirà dall'agriturismo Su Niu e S'Achili (San Nicolò Gerrei) e si snoderà attraverso i sentieri del parco del Monte Genis.

    Partenza e arrivo avranno luogo dall'Agriturismo Su Niu e S'Achili.

    Descrizione percorsi

    GIRO LUNGO: km 36 x 1029m dsl+
    Si parte dal parcheggio dell’agriturismo Su Niu de s’Achili (dove lasceremo le macchine) da dove prendiamo una sterrata che parte sulla sinistra, poco prima del cancello di ingresso dell’agriturismo, e si sviluppa in salita entro il bosco che ospita i daini (tenuti dentro un’area recintata) e raggiunge dopo meno di 2 km una fascia tagliafuoco.

    La strada segue la dorsale dei rilievi sino ad una strada asfaltata che dovremo percorrere per circa 4,5 km verso sud. Di fronte a noi si staglia pian piano la maestosa figura dell’aspro rilievo granitico di Monte Genis che raggiungiamo quando dobbiamo lasciare l’asfalto per una evidente sterrata sulla sinistra che ci conduce prima vicino ad un ovile in località Sa Tuppa e dopo in prossimità dell’ingresso di una miniera di fluorite.

    Restano all’esterno i segni indelebili dello scavo (che forma una vasto e vistoso piazzale di granito rosso) e alcuni ruderi. Si prosegue oltre per circa 300 m lungo la strada che si mantiene in piano e poi si svolta a destra oltrepassando un cancello che permette l’accesso al rimboschimento. Qui la strada sale dolcemente e attraversa un rigoglioso bosco ricco di sorgenti dove è possibile riempire le borracce.

    Circa 2 km dal cancello, si incrocia la sterrata che sale sino in cima alla montagna che, se la si vuole percorrere, sono circa 3,5 km di salita con 300 m di dislivello con rientro per lo stesso percorso in discesa; la fatica è ampiamente appagata da panorama che si gode a 360° con una vista che spazia dalla costa orientale a quella occidentale.

    Riprendiamo il percorso dall’incrocio e procedendo in discesa arriviamo ad un secondo cancello, superato il quale voltiamo verso destra. Questa strada, dopo una breve salita e aver svalicato a Genna Arasili, inizia a scendere con una discesa tecnica di quasi 3 km, entro una valle, fiancheggiando uno spumeggiante ruscello. La strada ci porta all’incrocio di Cuile s’Angassua da dove inizia il corso del rio Ollastu famoso per la nota “Via dell’argento”.

    Se il tempo ce lo permette, svoltando a sinistra e oltrepassando un caratteristico ponticello ad arco, possiamo arrivare, dopo poche centinaia di metri, alla miniera di Serra s’Ilixi, una delle miniere che coltivavano il filone argentifero del Sarrabus, dove sono rimasti alcuni caratteristici ruderi sulle sponde del rio Ollastu. Sul lato destro del corso d’acqua si comincia a sviluppare il caratteristico sentiero percorso dai minatori per il trasporto del minerale (oggi Via dell’argento) che arriva, dopo diversi chilometri, sino alla confluenza col rio Piccocca presso la SS 125.

    Riprendiamo il percorso tornando indietro oltre il ponticello ad arco, dove la strada inizia nettamente a salire con alcuni tornanti. Passando poco a nord di Pala Manna e tenendosi ai successivi incroci sempre a destra, la strada prosegue in direzione della Miniera di Tuviois e del suo bosco primario dove però non arriviamo. A circa 3 km dal ponticello si lascia la strada principale (la quale poco dopo scende con dei tornanti verso la zona mineraria) e si prende uno stradello a destra con sensibile pendenza che ci conduce su dei rilievi con profilo arrotondato sino a q. 691.

    Da qui si domina il lato sud del Monte Genis con le sue nude rocciosità lavorate dalle acque e dai venti. Sul fondovalle il Rio Leunaxi con affianco un ovile che andiamo a raggiungere con una breve ma tecnica discesa. Il guado è preferibile non farlo sulla strada ma poco a sinistra dove è stato realizzato dal pastore un ponte sospeso, da fare obbligatoriamente a piedi. Si fiancheggia l’ovile e si procede verso sud per alcune centinaia di metri, per poi svoltare nettamente verso nord su una strada che si inerpica da q. 600 sino alla q. 781 di Bruncu Berrita.

    Qui è bravo chi riesce a farla tutta in sella! Una volta in quota, tralasciata la sterrata sulla sinistra che conduce verso Dolianova-Sinnai, si svolta a destra dove la strada inizia a scendere fiancheggiando il lato ovest del Monte Genis. La strada, dapprima con fondo roccioso passa ad uno sterrato e dopo alcuni chilometri compare l’asfalto. Adesso la strada risale passando vicino ad alcune aziende agricole e alla “Casa de su predi”, una colonia montana immersa nel verde di proprietà di un prete, ben curata e utilizzata soprattutto nel periodo estivo.

    Terminata la salita ci ritroviamo sulla strada asfaltata fatta all’andata che ripercorriamo a ritroso per qualche chilometro. Dopo aver superato i rilievi di Monte Carradeddu e Bruncu Muscadroxiu, prendiamo una sterrata a sinistra che ci riporta in una fascia tagliafuoco che attraversiamo solamente e proseguiamo in una strada che si sviluppa entro il bosco il località Serra Su Para. Questa ci conduce sullo sterrato percorso in macchina per arrivare al parcheggio, questa volta la facciamo con le nostre mtb sino al parcheggio e quindi al punto di arrivo



    GIRO CORTO: km 26 x 607m dsl+
    Si parte dal parcheggio dell’agriturismo Su Niu de S’Achili, insieme ai biker che dovranno affrontare il percorso lungo sino al km 15,5: qui i lcorto devia a sinistra mentre gli altri svolteranno a destra. Si effettuerà un anello dentro il rimboschimento di Marraconi sino a Genna Arasili punto più estremo del giro.

    Attraversando la zona di Su Zerpesu si ritorna al punto di separazione con il giro lungo e si devia a sinistra per affrontare la discesa di Serra Longa. Terminata la discesa giungiamo in località Padente Matta Masonis e costeggiando il Riu Screra ci dirigiamo verso Serra Su Para e successivamente al punto di partenza, "SU NIU DE S'ACHILI" (il nido dell'acquila).





    La quota di partecipazione fissata in 23 € - NON comprende la somma relativa alle SPESE ORGANIZZATIVE (2€ per i soci SMB).



  • SCADENZA ISCRIZIONI GIOVEDI' 21 FEBBRAIO 2019

    2 €SOCIO ORDINARIO
    Sardinia MTB

    • I soci dovranno essere in regola con l'iscrizione e il certificato medico.
      Per i soci è prevista anche la possibilità di prenotarsi tramite FORUM




    PRENOTATI
    info 328 617 1025
    Wladimiro

    5 € TESSERATI
    Altre Associazioni

    • I tesserati (ciclismo/mountain bike) di altre Associazioni affiliate con la FCI o con EPS aderenti alla consulta al lato della prenotazione dovranno comunicare i loro dati anagrafici e il n° di tessera
    • La tessera deve essere in corso di validità


    PRENOTATI
    info 328 617 1025
    Wladimiro

    10 € NON TESSERATI
    Socio Frequentatore

    • I soci privi di tessere sportive (ciclismo/mountain bike) potranno tesserarsi giornalmente con noi pagando la quota assicurativa di 6 € più 4 € di spese organizzative, previa consegna del certificato medico attestante l'idoneità alla pratica sportiva
    • La quota è dovuta anche in caso di rinuncia
    PRENOTATI
    info 328 617 1025
    Wladimiro





    Domande frequenti

    • Cosa devo fare per iscrivermi?

      Il primo passo è ottenere il certificato di idoneità sportiva NON AGONISTICA o AGONISTICA, scaricare il modulo e compilarlo.
      Potete inviare il tutto via fax al n° 178.2261638 oppure via mail a info@sardiniamountainbike.com
      Succesivamente, dopo una nostra conferma, potete pagare la quota o tramite bonifico a "A.S.D. SARDINIA MOUNTAIN BIKE" codice iban IT26X0335901600100000005525.
      Per qualsiasi informazioni potete scrivere a info@sardiniamountainbike.com o chiamare il 328.6115596

    • Come posso ottenere il certificato di idoneità?

      Il certificato NON AGONISTICO può essere rilasciato dal medico di famiglia con le modalità stabilite dal DM del 8/8/2014.
      Il certificato AGONISTICO e, naturalmente anche quello NON AGONISTICO possono essere rilasciati dal MEDICO SPORTIVO.
      Consigliamo di rivolgersi sempre ad un medico sportivo ed effettuare il test da sforzo al cicloergometro.





    - Raccomandazioni - Ricordiamo l'uso del Caschetto Indossato e ben Allacciato !
    © Copyright Sardinia Mountain Bike ASD